Nuovo Comune di Bologna

Overview

Il progetto del Nuovo Comune di Bologna, nasce dalla necessità di raggruppare sotto un’unica sede i diversi servizi municipali prima dislocati in una ventina di diversi luoghi, per un totale complessivo di 1300 addetti. 
L’area d’intervento è quella dell’ex mercato ortofrutticolo, inserita nel quartiere della Bolognina, affacciata su via Fioravanti. 
L’opera è stata realizzata con lo strumento del project financing, avviato nel 2003 con la fase di progettazione e nel 2005 con l’esecuzione. La superficie dell'intervento - complessivamente 33 mila metri quadrati - presenta uno sviluppo rettangolare, maggiormente allungato in direzione nord-sud. 
Il concept del progetto nasce dall'idea della "rottura" di una massa unica che realizza così tre blocchi distinti di altezza diversa - 12, 10 e 8 piani - destinati ad attività differenti, disposti lungo il bordo ovest del lotto, uniti da una tettoia ombreggiante ripiegabile, un atrio d'ingresso sviluppato su quattro piani e un nuovo spazio pubblico degradante in maniera da permettere l'apertura di una piazza verso il lato della Bolognina. Elemento caratterizzante dell'intero progetto è la vela, un’ampia tettoia unica che si ripiega come un gigantesco origami posato sui diversi edifici e sovrastante un terrazzo panoramico. 
La sua posizione è stata studiata per dare un apporto positivo alle facciate esposte a sud e con la propria ombra permetterà alle macchine termiche poste sopra agli edifici di non dover operare sempre al massimo delle prestazioni, ma di dover sopperire a carichi inferiori in quanto l’ambiente risulterà meno gravato dai raggi solari. La ripartizione tra spazi aperti e chiusi crea direzioni nuove, possibili generatrici di assi urbani e percorsi prevalentemente pedonali. Vista da sud, la successione degli edifici presenta il parcheggio (900 posti auto previsti su sette piani), il blocco commerciale (un minimarket, una profumeria, un'agenzia viaggi, un negozio di parrucchieri, uno sportello bancario, un ristorante, una farmacia, un ufficio postale e un asilo nido convenzionato con il Comune) e infine le due torri, riservate principalmente agli uffici del Comune. 
La piazza, più bassa rispetto al livello stradale, serve da accesso ai diversi comparti. Per questo progetto Margraf ha fornito tutte le pavimentazioni esterne (circa 4000 mq) in marmo Lipica Fiorito e Lipica Unito, due tipologie di marmo fossilifero, resitente al gelo, proveniente dalle cave di proprietà site in Slovenia.



Dettagli Progetto



esterni1

DOVE SIAMO



Location

36072 Chiampo (VI) ITALY - Via Marmi, 3
Italy

+39 0444 475 900

+39 0444 475 947

info@margraf.it

margraf.it

Follow Us